training autogeno

La Dott.ssa ha conseguito la qualifica di Operatore di training autogeno nel  “Centro Italiano per lo Studio e lo Sviluppo della Psicoterapia a Breve Termine (C.I.S.S.P.A.T.), Padova” e da anni insegna la tecnica con ottimi risultati.

Autogenes Training

Il Training Autogeno (TA) è una tecnica di rilassamento che consente di ottenere uno stato di calma   e distensione psicofisiche.

Lo scopo è perciò quello di rilassare il corpo e la mente,  combattendo efficacemente lo stress e i suoi  effetti nocivi, fisici, emotivi e mentali.

Essa fu realizzata dal neurologo tedesco Johannes Heinrich Schultz, in seguito a molteplici studi sul rilassamento della mente e del corpo.

I primi riferimenti bibliografici risalgono agli anni ’30, quando Schultz pubblicò la vasta illustrazione scientifica intitolata “Das autogene Training” [Il Training autogeno], tradotta ormai in quasi tutte le principali lingue del mondo.

La tecnica si diffuse rapidamente, prima nei paesi di lingua tedesca e successivamente nei paesi europei ed extra-europei. In Italia la prima parte del “Das autogene Training” fu tradotta solo nel 1968.

 

Con il Training Autogeno si apprendono una serie di esercizi mentali, particolarmente studiati e concatenati, basati sull’ascolto e sulla contemplazione di ciò che accade spontaneamente nel proprio corpo e nella propria mente.

L’apprendimento di questa particolare tecnica permette lo sviluppo di cambiamenti psichici e somatici di senso opposto a quelli provocati da uno stato di tensione, ansia, stress.

Di fronte ad una situazione che, sia a livello mentale che a livello fisico, diventa intollerabile, il nostro organismo reagisce con tensione muscolare, spasmo viscerale, sensazione di freddo al corpo, alterazione dei meccanismi neurovegetativi, endocrini, umorali. Oltre a ciò, è comune avvertire sensazioni di calore al capo, l’impressione di essere sopraffatti dalle proprie emozioni e dai pensieri che si affollano nella mente.

La tecnica del Training Autogeno consente all’organismo di reagire gradualmente in senso opposto.

Si determinano, allora, distensione muscolare e vascolare, rilasciamento viscerale, sensazione di calore al corpo, regolarizzazione funzionale dei meccanismi neurovegetativi, endocrini, umorali e, infine, sensazione di fresco alla fronte, che corrispondono ad uno stato di calma, benessere, pace interiore.

La tecnica di Schultz consente, quindi, di riportare le funzioni psicologiche o fisiche alterate dalla tensione al loro equilibrio originario.

benefici

Un corso di Training Autogeno può offrire una serie di benefici, come:

  1. autoinduzione di calma, con conseguente scaricamento dell’ansia e dell’emotività, capacità di affrontare le situazioni stressanti con più padronanza (ad es. una gara, un esame, parlare in pubblico), riduzione dell’aggressività e potenziamento dei rapporti interpersonali;
  2. recupero delle energie fisiche e psichiche personali;
  3. miglioramento della capacità di concentrazione;
  4. aumento della capacità di introspezione e di presa di coscienza di sé, con conseguente maggiore serenità e distacco nella riflessione sui problemi e miglior conoscenza dei propri stati emotivi;
  5. regolarizzazione del sonno.
  6. favorisce la gestione dei disturbi ansiosi e somatici di origine psichica, dei vissuti dolorifici e a sostenere un percorso di rinuncia alla dipendenza da sostanze (es. tabagismo).
  7. è un efficace percorso di preparazione al parto naturale.

Il corso è perciò rivolto a tutti coloro che intendono imparare a sciogliere lo stress, gestire le proprie emozioni negative, rigenerare e disporre di tutte le proprie energie, aumentare l’autoconsapevolezza e l’autodeterminazione, raggiungendo complessivamente un maggiore grado di distensione, benessere ed equilibrio.

struttura del corso

Il corso di Training Autogeno si struttura in 12 incontri, generalmente a cadenza settimanale, al termine dei quali i partecipanti diventano autonomi nella gestione della tecnica.

Il corso, inoltre,  è sempre preceduto da un colloquio individuale, al fine di realizzare un’applicazione della tecnica seria e in grado di dare buoni risultati.

Il colloquio dev’essere prenotato e realizzato prima dell’inizio del corso.

E’, infatti, mia premura che ogni persona che si avvicini a questa tecnica possa trarne il miglior vantaggio possibile e che, anche nel corso di gruppo, ci sia un’attenzione particolare alle predisposizioni e alle esigenze dei singoli partecipanti.

 

;